I Migliori siti italiani di Casino Online legali AAMS con bonus

Prova a giocare con i migliori casino online italiani legali con licenza AAMS. Prendi i bonus, scopri i giochi e vinci nei migliori casinò su internet

Mese: dicembre 2016

Il nuovo governo ed il riordino dei giochi d’azzardo

Published / by admin

governo e gioco d'azzardo

Approvata la Legge di Stabilità che contiene poche misure sul settore del gioco, ovviamente, ci si domanda che fine farà il presunto accordo tra Stato Regioni ed Enti Locali. Questa domanda se la pone anche Casinoguru.it che si attesta essere come la guida più autorevole e certa al mondo del gioco d’azzardo lecito e dei casino online con licenza aams. Quindi, anche dopo le consultazioni del Presidente della Repubblica e la formazione del nuovo Governo Gentiloni ci si continua a sottoporre la stessa domanda. Le ipotesi “sul piatto” possono essere diverse tra le quali quella più ventilata è l’idea di un decreto “milleproroghe” che vada a mettere ordine sui tanti nodi della ingarbugliata matassa che il Governo dovrà sciogliere, ivi compreso il gioco e l’iter della Conferenza Unificata.

Bisogna tenere presente che nonostante “la scorsa crisi” di Governo, gli incontri formali tra il Governo ed i Comuni sarebbero in ogni caso proseguiti per non vanificare quel tanto o quel poco sinora fatto per arrivare ad un accordo per la riforma del gioco. Molti fra i punti critici, distanze ed orari di accensione degli apparecchi da intrattenimento, sarebbero stati affrontati e probabilmente in parte superati. L’iter di questi lavori potrebbe quindi riprendere, ma con tempi assai più lunghi anche perché bisognerebbe considerare l’ipotesi di un rimpasto delle deleghe.

In ogni caso, il prossimo Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni a cui è stato affidato l’incarico da parte del Presidente della Repubblica dopo le consultazioni avviate e concluse durante la scorsa settimana di “riformare un nuovo Governo”, avrà “tanta carne al fuoco” da curare. Il nuovo Premier guiderà il nostro Paese sino le prossime elezioni, una volta compiuta la riforma elettorale e sistemate le questioni ritenute dal Governo prioritarie in un momento particolarmente delicato per il nostro Paese e per tutti gli italiani.

Il posto “prioritario” sicuramente non investirà il riordino dei giochi, ma sta di fatto che avere un Governo subito, invece di andare ad elezioni che avrebbe comportato la campagna elettorale e tutto ciò che vi gravita attorno, dovrebbe rappresentare uno scenario migliore per il gioco. E questo particolarmente qualora si concretizzi il caso in cui dovessero venire confermati i vertici del Dicastero dell’Economia che hanno già affrontato e studiato il tema del mondo del gioco. Prima di tutto, ovviamente, bisognerà capire se verrà riassegnata la delega ai giochi ad uno dei sottosegretari (e si spera che sia sempre Pier Paolo Baretta) e, sopratutto, quale dovrà essere la durata prevista per questo nuovo Governo. E questo è senza dubbio uno dei temi centrali per affrontare il riordino.

Ma prima di ogni altra considerazione si vuole guardare alla figura del nuovo Premier, Paolo Gentiloni: chi è? Sessantatre anni, giornalista e politico. Prima rutelliano, poi renziano ha partecipato alla fondazione della Margherita, ed ha assunto l’incarico di Ministro nel Governo Prodi prima, e poi in quello Renzi sino ad arrivare al ruolo di Primo Ministro che si prepara ad affrontare in questa “nuova avventura politica”. Gentiloni ha ringraziato il Capo dello Stato assicurando che “cercherà di svolgere il mandato con dignità e responsabilità: il quadro ampio e articolato delle consultazioni sarà la base del lavoro per definire la composizione del Governo e se possibile facilitare con sollecitudine le nuove regole elettorali”. E per il gioco… si vedrà.